Home > Pallavolo > Che brutta partita.

Che brutta partita.

8 Novembre 2008

Mimombine sorgnone perdono al tie-break una partita che si sarebbe potuta vincere tranquillamente 3-0.
L’avvio di partita delle fuxianero è strepitoso lo conferma il parziale 14-25. Il gioco avversario, però, è lento ma ordinato e ipnotizza le nostre ragazze. LA Sifte Berti di Gorla Minore è squadra compatta, in apparenza molto giovane. Pareggia i conti nel secondo set , strapazzando le Mimombine 25-16. Anche nel terzo Gorla va alla grande (8-2; 16-9; 20-16) sei punti di vantaggio sembrano, questa sera, per le Mimombine incolmabili. Forse un eccesso di presunzione dell’allenatrice di Gorla convinta ormai di strafare, la conduce a dei cambi che si riveleranno poi azzardati. Recupera così Venegono (23-21) e a mio avviso, immeritatamente vince il set 23-25. Anche nel quarto la "supremazia" di Gorla è netta, non per il gioco espresso, ma perché questa sera le nostre ragazze non sono mai entrate in partita. Pareggio 2-2 e si va al tie-break. Partono alla grande le Mimombine e si cambia il campo con un punteggio di 4-8, confortante! Gorla si rigenera schiaffeggiando per cinque volte consecutive le fuxianero. Break di Miglioli ma inutile, le Mimombine questa sera hanno lasciato il cuore a casa! 15-12 è il risultato finale di un tie-break che consacra vincitrice Sifte Berti meritatamente se non altro per l’impegno in campo. Brutta, brutta, brutta partita, al limite della "sopportazione" … sugli spalti dopo aver sbadigliato per tutto il tempo non ci resta che raccogliere le nostre "trombette" e tornare a casa sconsolati.
Nemmeno il tempo di ripigliarsi … e Lunedì prossimo ospitiamo Don Bosco Volley Under 18 … in bocca al lupo ragazze!

Campionato II Divisione Femminile:
Sifte Berti – Arcobaleno 3-2
14-25; 25-16; 23-25: 25-20; 15-12

Categorie:Pallavolo Tag: , ,
  1. max coach
    8 Novembre 2008 a 13:18 | #1

    parere mio che finalmente sono riuscito ab vedere un paio di set di una partita delle “Mimombine” …. anzi due piccoli pareri….

    Giocare troppo toglie spazio alla possibilità di allenarsi, manca secondo me e non per colpa delle ragazze nè tanto meno degli allenatori (con cui ho condiviso questi pensieri davanti a una fumante pizza “Pulcinella” e abbondante birra) quel tanto tanto lavoro in palestra che sarà noioso, sarà palloso, sarà ripetitivo, ma in questo momento ed a questa età dovrebbe essere la base: “pane e bagher”…. magari due ore di bagher contro il muro di fila, certo non è divertente come fare una partita ma non è divertente neanche fare una partita come quella di ieri credo… per le ragazze in primis….

    In partita non si inventa nulla, le cose si provano e riprovano prima in allenamento e poi devono venire “automatiche” … come guidare la macchina, le prime volte stiamo attenti a quale pedale e’ il freno, a quale la frizione, dove sta la quarta … poi tutto viene in automatico…. idem per la pallavolo…

    La seconda considerazione… ragazze un po’ piu’ di entusiasmo e di grinta, nel tie-breack stavate vincendo e anche abbastanza nettamente…. in quel momento dovevano uscire gli “occhid i tigre” .. dovevate mangiarvi le avversarie, invece mancava quella “cattiveria sportiva” in piu’ che spesso fa ottenere buoni risultati tanto quanto una bella sciacciata o un buon bagher….

    Avete un ottimo potenziale, ne sono piu’ che convinto, dalla prima all’ultima… spero di venire a vedervi ancora già da lunedì e di vedere un piccolo passo avanti ogni volta…..

    A presto… lo “zio” Max

  2. la ila
    8 Novembre 2008 a 16:43 | #2

    concordo pienamente con “lo zio max”..la partita non si vince se manca la grinta ragazze!!dobbiamo incitarci di più!!cavolo siamo una squadra facciamolo vedere!!dai..sono sicura che se tiriamo fuori..tutte..i denti, nella prossima partita ce le mangiamo!!!

  3. PUMA
    9 Novembre 2008 a 20:30 | #3

    Lo “Zio Max” ha sottolineato una cosa importante……ancor prima della grinta bisogna lavorare sulla tecnica!! Con la sola grinta si fa poco…..certo serve eccome perchè ti da forza, ma la prima cosa è migliorare la tecnica in allenamento….quell’allenamento che purtroppo ultimamente riusciamo a fare poco…..

    Attualmente la nostra tecnica è insufficiente………..dobbiamo continuare il lavoro di apprendimento che si era cominciato ad intraprendere all’inizio dell’anno, solo così potremmo colmare le nostre lacune!!

  4. Pr.
    9 Novembre 2008 a 20:52 | #4

    Sicuramente non ci capisco molto di pallavolo! Non vorrei quindi contraddire ne Puma ne lo “zio Max” (scusatemi se dico castronerie, a volte mi è capitato) … ma vorrei solo porre una domanda: > A me sembra proprio di no! Hanno però, a differenza delle nostre, lottato fino alla fine della gara, forse perché ci credevano VERAMENTE nella possibilità di vincere. Il loro mi è sembrato un GRUPPO più coeso rispetto al nostro. Mi è sembrato di vedere, a tratti, una partita di under 13 dove ognuna difendeva il “proprio orticello”. Son d’accordo con voi che si debba lavorare sulla tecnica, ma l’anno scorso, qualche partita l’abbiamo vinta anche con il CUORE. Meditate gente … meditate!

  5. Puma
    10 Novembre 2008 a 8:02 | #5

    Il discorso mio e di Max è molto più generale…..non era improntato sulla partita di Venerdì!! Noi giustamente guardiamo al futuro……il discorso non è valutiamo la squadra rispetto al livello di una seconda divisione

    ……..se vogliamo aiutare tanti di loro ad arrivare in prima squadra, dobbiamo dare alle ragazze i mezzi per poterlo fare!!

    Rispetto a Venerdì……OK, con un pò più di grinta avremmo vinto……ma mi chiedo che differenza avrebbe fatto……. mi rendo anche conto che il mio è un punto di vista un pò diverso perchè parlo da allenatore quindi per me dobbiamo prima giocare bene imparando a fare determinate cose………..non ci si arriva per caso.

    Ciao

  6. max coach
    10 Novembre 2008 a 11:00 | #6

    guarda Pier… le due cose non sono così separate tra loro… se sei sicuro dei tuoi mezzi hai piu’ “spavalderia” e quindi affronti la partita in modo piu’”sfacciato” e coraggioso…. ma la pallavolo è uno sport MOLTO tecnico (ogni singolo gesto richiede una tecnica sua fatta nel modo piu’ corretto, a differenza di altri sport… mi viene in mente il “rozzo difensore” nel calcio che spara la palla in tribuna…) e quindi la grinta senza una tecnica appropriata è…. un buon presupposto ma nulla di piu’….

    Almeno.. a mio avviso….

    Un abbraccio x domani!!!!!!!!!!!!!

  7. max coach
    11 Novembre 2008 a 15:23 | #7

    giusto per chiudere un poco la discussione (parola esagerata diciamo lo scambio di opinioni…) dal mio punto di vista a livello di squadre Under e “seconde squadre” di una società il risultato (vittoria/sconfitta) dovrebbe essere in SECONDO PIANO rispetto alla qualità ed alla crescita tecnica delle ragazze… meglio perdere due partite in più ma avere dei miglioramenti decisi da un punto di vista puramente tecnico ed agonistico….

    Capisco che sia difficile da “digerire” come concetto.. a tutti piace vincere (io mi incazzo anche quando perdo a briscola chiamata o a risiko) … ma vista con la nostra ottica (per nostra intendo quella di noi allenatori) la prospettiva spero e credo che sia questa in generale….

    poi unire le due cose (miglioramenti e vittorie) meglio ancora…. ma è una strada per cui ci vuole tempo… molto tempo….

    faccio un esempio: è normale che sia più facile per un centrale attaccare una “mezza palla” come quella che attaccavano le centrali del Gorla venerdì sera, provare delle veloci è difficile…. all’inizio si fanno più errori che palle giuste… ma se vuoi arrivare a giocare non dico tanto ma ad un livello di serie D … la mezza la chiudi in un cassetto e te la scordi… quindi qualche palla sbagliata in più ora (se adeguatamente allenata e migliorata) porterà poi a giocare un colpo che a livelli più alti è una “base” per una centrale…..

I commenti sono chiusi.